Voluntary disclosure bis 2017: modello, istruzioni per istanze di adesione e specifiche tecniche

Voluntary disclosure bis 2017, modello, istruzioni per istanze di adesione e specifiche tecniche
Voluntary disclosure bis 2017, modello, istruzioni per istanze di adesione e specifiche tecniche

E’ tutto pronto per la nuova stagione della voluntary disclosure e, di conseguenza, per l’invio delle istanza di adesione. Si partirà, in particolare, dalla giornata di martedì 7 febbraio del 2017 dopo che il 3 febbraio scorso, da parte del direttore dell’Agenzia delle Entrate, è stato firmato l’apposito provvedimento che fissa in via definitiva le istruzioni per la compilazione del modello e le specifiche tecniche per la trasmissione dell’istanza in modalità telematica.

Procedura di collaborazione volontaria, tutte le info sul sito delle Entrate

In accordo con quanto riportato da FiscoOggi.it, nell’apposita sezione che è dedicata alla procedura di collaborazione volontaria, sul sito Internet dell’Agenzia delle Entrate, è possibile visionare e scaricare il modello di domanda, le specifiche tecniche e le istruzioni aggiornate. Riguardo al modello di domanda, l’Agenzia delle Entrate precisa che questo non è stato modificato nei contenuti ma è stato rimpaginato al fine di rendere più agevole la stampa, mentre le istruzioni sono state integrate al fine di andare a gestire al meglio le imposte e le relative sanzioni.

Modello aggiornato Voluntary disclosure bis 2017, dove trovarlo

Utilizzando il modello aggiornato che è disponibile sul sito, le richieste di accesso alla procedura di collaborazione volontaria, attraverso i canali telematici Entratel e Fisconline, potranno essere inviate all’Agenzia delle Entrate dai seguenti soggetti: i professionisti che sono abilitati ai servizi telematici, di cui all’elenco contenuto nel Dpr 322/1998 e nei successivi decreti attuativi, compresi gli avvocati e gli iscritti nel registro dei revisori contabili.

Voluntary disclosure bis 2017, obbligatorio invio istanze con il nuovo modello

L’Amministrazione finanziaria dello Stato fa inoltre presente che per l’accesso alla voluntary disclosure bis 2017  l’uso del nuovo modello per l’invio delle istanze è obbligatorio. Chi ha utilizzato il vecchio modello, di conseguenza, dovrà procedere con la ritrasmissione dell’istanza di adesione barrando nel nuovo modello la casella che riporta la dicitura ‘Istanza trasmessa in precedenza’.