Telemarketing selvaggio, preoccupazione Garante Privacy sul Ddl concorrenza

Telemarketing selvaggio, preoccupazione Garante Privacy sul Ddl concorrenza
Telemarketing selvaggio, preoccupazione Garante Privacy sul Ddl concorrenza

Antonello Soro, che è il Presidente del Garante per la protezione dei dati personali, ha espresso ‘sconcerto e preoccupazione’ per una norma che è stata inserita nel testo del Ddl concorrenza, e che riguarda il telemarketing. La norma, in particolare, per le chiamate promozionali va ad eliminare il consenso preventivo da parte del consumatore, con la conseguenza che c’è il rischio di un inasprimento del telemarketing selvaggio.

In base a quanto è contenuto nel testo del Ddl concorrenza, per il consumatore l’unica forma di tutela sarebbe rappresentata solo dalla possibilità di poter ‘rifiutare le sole chiamate successive alla prima’ in accordo con quanto riporta proprio il Garante Privacy con una nota citando le dichiarazioni del Presidente Soro.

Sulla questione ha preso posizione anche il Codacons sottolineando come la norma contenuta nel testo del Ddl concorrenza non farà altro che danneggiare i cittadini in quanto in questo modo il settore del telemarketing si trasformerà in una vera e propria giungla. L’Associazione dei Consumatori e degli Utenti, non a caso, sottolinea per voce del suo Presidente, Carlo Rienzi, come in questo modo il Governo ed il Parlamento legittimino ‘ogni forma di molestia telefonica a danno degli utenti da parte di call center e operatori commerciali’.

Contraria al testo sul Ddl concorrenza, e non solo sul tema relativo al telemarketing, è anche la Federconsumatori che boccia il disegno di legge come la ‘legge peggiore che potesse essere definita’. Secondo l’Associazione dei Consumatori, infatti, il testo sul Ddl Concorrenza si prefigura come una ‘legge a favore delle solite banche, assicurazioni e soprattutto gestori di energia elettrica’.