Pagamento online bollette luce e gas, giro di vite Antitrust sulle commissioni aggiuntive

Pagamento online bollette luce e gas, giro di vite Antitrust sulle commissioni aggiuntive
Pagamento online bollette luce e gas, giro di vite Antitrust sulle commissioni aggiuntive

A carico della società Engie Italia, già GDF Suez Energie, l’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato ha annunciato una sanzione pari a 200 mila euro per una pratica che, in violazione dell’articolo 62 del Codice del Consumo, è stata ritenuta scorretta a conclusione di un procedimento istruttorio.

In base a quanto è stato rilevato dall’AGCM, la società sanzionata, per quel che riguarda il pagamento online, dal proprio sito Internet, applicava delle commissioni per il pagamento delle bollette della luce e del gas con costi aggiuntivi crescenti, in ragione dell’importo della fattura, secondo il seguente schema: 1,50 euro di commissione per importi fino a 200 euro; 3 euro per importi tra 200 e 300 euro; 4 euro da 300 a 400 euro, e 5 euro di commissione per importi oltre i 400 euro.

La multa inflitta alla Engie Italia è relativa alla condotta sui pagamenti online con carta di credito tenuta dal mese di giugno del 2014 e fino alla data del 28 febbraio del 2017 quando la società ha poi permesso il pagamento on line delle bollette senza commissioni aggiuntive.

L’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato con una nota, considerando che, per l’utilizzo di alcuni strumenti di pagamento, anche altri operatori del settore energetico applicano costi aggiuntivi a carico dei consumatori, ha reso noto d’aver avviato altri cinque nuovi provvedimenti a carico di altrettante società. Trattasi, nello specifico, di Sorgenia S.p.a, Edison Energia S.p.a, A2A Energia S.p.a, E. On Energia S.p.a e Green Network S.p.a. Su Engie Italia, invece, il testo del provvedimento sanzionatorio, da parte dell’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato, è stato già pubblicato online sul sito Internet Agcm.it.