Donald Trump mette il turbo a Wall Street, miglior rialzo Dow Jones dal 1945

Donald Trump mette il turbo a Wall Street, Dow Jones al top dal 1945
Donald Trump mette il turbo a Wall Street, Dow Jones al top dal 1945

Nel primo mese di presidenza Trump non è cambiata solo la politica economica e quella estera a stelle e strisce. A beneficiare dell’arrivo alla Casa Bianca del 45-esimo Presidente è stata pure Wall Street ed in particolare l’indice delle Blue Chips, il Dow Jones, che nei 30 giorni di Amministrazione Trump ha messo a segno il miglior rialzo dal 1945 a questa parte in accordo con quanto riporta il sito Internet del TGCom24. Nel dettaglio, il Dow Jones nei primi 30 giorni di Amministrazione Trump ha guadagnato il 4,02%, mentre durante l’Amministrazione Obama al primo mandato nel 2009, nei primi 30 giorni, ci fu un ribasso del 6%, e poi nei primi 30 giorni del secondo mandato un aumento dell’indice delle Blue Chips pari al 2%.

Dow Jones, sugli scudi le azioni delle grandi multinazionali a stelle e strisce

Ma come mai c’è fiducia a Wall Street su Donald Trump? Ebbene, come peraltro già annunciato dal tycoon newyorkese, la piazza azionaria americana si aspetta politiche economiche, a partire dal promesso taglio alle tasse, tali da favorire il business delle grandi multinazionali a stelle e strisce. Per trovare un dato migliore, rispetto al +4,02% registrato nel primo mese con Trump Comandante in capo, bisogna risalire al 1945 ed in particolare ai primi 30 giorni di presidenza del democratico Franklin D. Roosevelt. Per l’occasione, il Dow Jones fece registrare in un mese un incremento del 4,13%.

S&P 500, aumento del 3,5% dal 20 gennaio del 2017

Per quel che riguarda gli altri indici azionari, a partire dal 20 gennaio del 2017, ovverosia dal giorno di insediamento alla Casa Bianca di Donald Trump, l’indice S&P 500 è salito del 3,5% segnando, nei primi 30 giorni di mandato di un Presidente USA, il miglior risultato dal 1997 a questa parte. L’S&P 500 registrò infatti in un mese un rialzo maggiore, pari al 4,6%, ai tempi della presidenza di Bill Clinton. Anche in questo caso l’andamento dell’indice azionario americano S&P 500 fu peggiore, rispetto a Trump, nei primi 30 giorni del primo mandato di Barack Obama, con un -3,26%, e nei primi 30 del secondo mandato con un rialzo dell’1,75%.