Canone Rai 2017: esenzione per non detenzione Tv, obbligo dichiarazione sostitutiva

Canone Rai in bolletta luce, tracciata la mappa degli evasori
Canone Rai in bolletta luce, tracciata la mappa degli evasori

In vista del pagamento, per il prossimo anno, del canone Rai 2017, chi non ha la tv lo deve dire, ovverosia deve presentare in via obbligatoria entro i termini previsti l’apposita dichiarazione sostitutiva. A farlo presente è FiscoOggi, il Quotidiano telematico dell’Agenzia delle Entrate, nel precisare che il termine ultimo per la dichiarazione di non detenzione della Tv, da parte di chi ha un’utenza elettrica attiva nella casa dove si risiede, è quello del 31 gennaio del 2017.

Pur tuttavia, considerando che da gennaio 2017 il canone Rai sarà addebitato in rate da 10 euro, per chi non ha la Tv è bene presentare la dichiarazione sostitutiva di non detenzione entro la fine del mese di dicembre del 2016, ed entro il 20 dicembre del 2016 se ci si avvale dell’invio della dichiarazione sostitutiva a mezzo posta.

La presentazione della dichiarazione sostitutiva entro i termini, utilizzando l’apposito modulo che si può visionare e scaricare dal sito Internet dell’Agenzia delle Entrate, permette di acquisire l’esenzione per l’intero anno da parte di chi, titolare dell’utenza elettrica residenziale, non ha il televisore nell’abitazione, ovverosia nella dimora di residenza anagrafica.

Rispetto al 2016, come sopra accennato, nel 2017, a partire dal mese di gennaio, l’addebito sulla bolletta elettrica sarà in automatico ed in dieci rate. Ed il tutto fermo restando che la dichiarazione sostitutiva di non possesso è per attestare che non solo il diretto interessato, ma anche tutti gli altri componenti della famiglia anagrafica, non detengono televisori in nessuna delle abitazioni per le quali il dichiarante risulta essere titolare di un’utenza elettrica.

Per la trasmissione telematica della dichiarazione sostitutiva sul sito Internet dell’Agenzia delle Entrate è presente l’apposita applicazione alla quale si accede con le credenziali di Fisconline o Entratel. Il diretto interessato ad inviare la dichiarazione di esenzione per non detenzione Tv può inoltre avvalersi dell’assistenza di un Caf oppure di un intermediario abilitato.