Aiuti alle famiglie, le misure del Governo Gentiloni per superare le disuguaglianze

Aiuti alle famiglie, le misure del Governo Gentiloni per superare le disuguaglianze
Aiuti alle famiglie, le misure del Governo Gentiloni per superare le disuguaglianze

Per superare le diseguaglianze, e per aiutare di conseguenza le famiglie in difficoltà, il Governo guidato dal Premier Paolo Gentiloni intende agire su tre fronti: il varo del cosiddetto Reddito di Inclusione, il riordino delle prestazioni assistenziali ed il il rafforzamento e coordinamento degli interventi in materia di servizi sociali. Ne dà notizia con un comunicato la Presidenza del Consiglio dei Ministri dopo il CdM che si è tenuto nella giornata di ieri, martedì 11 aprile del 2017. In particolare, il Consiglio dei ministri, a Palazzo Chigi, si è tenuto ieri poco dopo le ore 17 sotto la presidenza del Premier Paolo Gentiloni con Maria Elena Boschi Sottosegretaria alla Presidenza.

A conclusione del Consiglio di Ministri il Governo per l’anno in corso ha confermato la previsione di crescita del Pil all’1,1% considerando l’effetto positivo atteso dalle riforme che sono state avviate negli anni precedenti. E questo dopo che il Pil, dopo la lunga crisi economica che ha portato alla recessione ed alla stagnazione dei consumi, è tornato con il segno positivo nei tre anni precedenti con un +0,1% nel 2014, con un +0,8% nel 2015, e con un +0,9% nel 2016.

Grazie al programma di riforme e di investimenti che sarà implementato ed arricchito dal Governo di nuove iniziative, l’Esecutivo punta a velocizzare ulteriormente quello che è l’attuale ritmo di crescita dell’economia italiana.

Inoltre, per gli anni 2018 e 2019 il Governo Gentiloni intende non far scattare le cosiddette clausole di salvaguardia previste, ed a tal fine andrà ad agire sul lato della minore spesa e delle maggiori entrate anche attraverso ulteriori misure di contrasto all’evasione fiscale.

Il governo italiano ha anche varato misure per lo sviluppo economico e per le infrastrutture che spaziano dall’estensione temporale delle agevolazioni per le start-up innovative al potenziamento degli incentivi alle quotazioni delle Pmi, e passando per nuove norme per agevolare la finanza di progetto.