Sanità pubblica costosa e poco efficiente, in Italia è emergenza cure

Sanità pubblica costosa e poco efficiente, in Italia è emergenza cure
Sanità pubblica costosa e poco efficiente, in Italia è emergenza cure

A causa di una sanità pubblica costosa, attraverso l’aumento dei ticket, ed inefficiente a causa delle liste d’attesa, in Italia è imperante l’emergenza cure in quanto i cittadini che non hanno disponibilità economiche per rivolgersi alle strutture private sono sostanzialmente abbandonati a se stessi.

Spesa sanitaria in crescita incontrollata nel nostro Paese

Sulla qualità della sanità pubblica è nuovamente intervenuta con una nota la Federconsumatori bollando innanzitutto come inaccettabile l’aumento del ticket a carico dei pazienti. Dopodiché, da tanti, troppi anni, sottolinea altresì l’Associazione dei Consumatori, la spesa sanitaria non solo è in perenne crescita, ma è ancora senza controllo.

Tra le cose della sanità pubblica che non funzionano, inoltre, la Federconsumatori fa altresì presente che spesso le dimissioni ospedaliere sono ‘affrettate’, e che in molte realtà sul territorio italiano l’assistenza domiciliare è insufficiente e sovente pure inesistente.

Federconsumatori, SSN deve mantenere il suo carattere universalistico

Di conseguenza, al fine di garantire non solo il diritto alla salute, ma anche il rispetto della dignità e della libertà del cittadino, la Federconsumatori chiede che al Servizio Sanitario Nazionale vengano destinate e garantite risorse tali che possa mantenere il suo carattere universalistico. Altrimenti continuerà ad essere grave e crescente la rinuncia dei cittadini alle terapie proprio a causa delle barriere di accesso alla sanità pubblica.

Non a caso, in accordo con quanto è stato riportato dal Corriere.it, nel nostro Paese da un lato la spesa sanitaria incide per oltre il 70% sul bilancio delle Regioni, e dall’altro si aumenta il ticket a carico dei pazienti, e si tagliano le prestazioni in nome di una mera politica che è basata sul risparmio.