Saldi estivi 2017 non hanno perso il loro fascino, i dati sulle vendite di fine stagione

Saldi estivi 2017 non hanno perso il loro fascino, i dati sulle vendite di fine stagione
Saldi estivi 2017 non hanno perso il loro fascino, i dati sulle vendite di fine stagione

Un italiano su tre ha già partecipato, con almeno un acquisto, ai saldi estivi del 2017. A rilevarlo, dopo due settimane dall’inizio delle vendite di fine stagione, è stata la SWG che per la Confesercenti ha effettuato un’indagine interpellando i clienti ed i commercianti. Nel dettaglio, l’88% di chi ha già partecipato ai saldi si è dichiarato soddisfatto in quanto ha trovato quello che cercava, così come l’82% è rimasto soddisfatto pure dell’entità dello sconto che è stato applicato dall’esercente. In più, il 41% di chi non ha ancora partecipato ai saldi estivi del 2017 ha dichiarato di essere intenzionato a farlo nei prossimi giorni.

Ecco perché, secondo la Confesercenti, nonostante l’era del digitale, ed il gran caldo, i saldi estivi non hanno per nulla perso agli occhi dei consumatori il loro fascino. Tra coloro che comprano durante i saldi estivi, il 79% lo fa per la possibilità di risparmio rispetto al 16% che vede nelle vendite di fine stagione la possibilità di portare a casa un capo firmato approfittando dei prezzi convenienti. Ma c’è anche un 5% che dichiara di partecipare ai saldi estivi semplicemente perché è attratto dall’atmosfera delle vendite di fine stagione che si registra nei negozi.

Sul versante opposto, invece, chi non ha ancora approfittato dei saldi estivi del 2017 dichiara in certi casi la mancanza di risorse economiche, con una percentuale pari al 42%, mentre il 32% afferma di acquistare al bisogno senza aspettare durante l’anno i saldi. Buoni riscontri sono stati rilevati pure dai commercianti con quasi sette su dieci che ritengono giusta la data fissata per i saldi estivi 2017, mentre il 54% ritiene che sia adeguata pure la durata.