Prezzi benzina e diesel Pasqua 2017, arriva la stangata sui carburanti

Ferragosto 2017, benzina e gasolio più cari per gli automobilisti
Ferragosto 2017, benzina e gasolio più cari per gli automobilisti

C’è un’amara sorpresa dentro l’uovo di Pasqua 2017 per tutti gli italiani che per le vacanze si sposteranno con l’auto. E questo perché, in scia al rialzo dei prezzi del petrolio sui mercati internazionali, dopo l’attacco aereo Usa alla Siria, immediatamente sono aumentati i prezzi di benzina e diesel alla pompa. In particolare, secondo quanto riportato da IlGiornale.it, per la benzina al self service il prezzo medio nazionale è attualmente pari a 1,533 euro al litro, mentre per il diesel l’ultima rilevazione dei prezzi medi nazionali è di 1,384 euro al litro.

Prezzi benzina e diesel, le previsioni per i prossimi giorni

Da qui ai prossimi quattro giorni, in accordo con le stime che sono state fornite dalla Figisc Confcommercio, Federazione italiana che tutela i gestori degli impianti di carburante, i prezzi al litro per i carburanti potrebbero crescere ulteriormente tra 0,5 e 1 centesimo di euro al litro in un contesto di mercato che si presenta comunque molto volatile. Intanto, questi sono gli ultimi prezzi che sono stati rilevati per il petrolio sui mercati internazionali: il WTI a 52,27 dollari al barile, ed il Brent a 55,26 dollari al barile.

Rincari benzina e diesel, come contrastare l’aumento dei prezzi

Per contrastare l’aumento dei prezzi di benzina e diesel gli automobilisti possono strappare al litro qualche centesimo in meno al litro optando per la modalità di rifornimento del self service. Inoltre, mediamente il prezzo al litro di benzina e diesel è più basso facendo rifornimento presso i cosiddetti distributori di carburante no logo, quelli indipendenti che operano fuori dai circuiti delle grandi marche, da Agip ad Esso e passando per la Tamoil, la Total Erg e la Q8. I distributori di benzina no logo sono noti anche come ‘pompe bianche‘ dove si possono risparmiare per il rifornimento di carburante fino a 10 centesimi di euro al litro rispetto alla media del servito.