Pagamento utenze domestiche, bollette luce e gas con il vecchio bollettino

Pagamento utenze domestiche, bollette luce e gas con il vecchio bollettino
Pagamento utenze domestiche, bollette luce e gas con il vecchio bollettino

In Italia una percentuale alta di utenze domestiche non viene pagata con addebito su conto corrente, o con carta di credito, ma con il vecchio bollettino postale. A rilevarlo è stato il sito di comparazione Facile.it dopo aver analizzato oltre 30 mila contratti di luce e gas che sono stati processati attraverso il portale di confronto. In particolare, il 42,50% degli italiani paga le utenze domestiche con il bollettino postale per una percentuale che si attesta al 41,73% per il gas, ed al 42,98% per le forniture di energia elettrica.

Bollette luce e gas, scelta bollettino postale più alta tra gli under 25

Analizzando i dati sulle utenze domestiche per fascia di età, il sito di comparazione Facile.it ha rilevato che la preferenza nel pagare le bollette di luce e gas con il bollettino postale decresce all’aumentare dell’età. Per gli under 25, infatti, la percentuale si attesta al 46,89% del campione, mentre si scende al 44,30% dai 25 ai 44 anni, ed al 41,83% per i clienti di luce e gas dai 45 ai 64 anni. Solo il 36,90% degli over 65, inoltre, opta per il pagamento delle forniture energetiche con il vecchio bollettino postale.

Nel commentare i dati sopra indicati, l’Amministratore delegato di Facile.it, Mauro Giacobbe, ha spiegato che gli over 65 sono coloro che preferiscono maggiormente altre soluzioni di pagamento delle utente di luce e gas, rispetto al bollettino postale, in quanto rispetto ai giovani sono di norma titolari di un conto corrente bancario.

Bollettino per luce e gas, svetta l’Abruzzo davanti a Lazio e Puglia

Su base territoriale, inoltre, con il 49,93% di preferenze, la Regione italiana dove si paga di più luce e gas con il bollettino è l’Abruzzo con a seguire il Lazio con il 49,33%, e la Regione Puglia con il 47,44%.