Mediaset, ProSiebenSat.1 e TF1 insieme per le campagne pubblicitarie europee

Mediaset, ProSiebenSat.1 e TF1 insieme per le campagne pubblicitarie europee
Mediaset, ProSiebenSat.1 e TF1 insieme per le campagne pubblicitarie europee

La tedesca ProSiebenSat.1, il gruppo francese TF1, ed il gruppo Mediaset operante in Italia ed in Spagna, hanno unito le forze dando vita ad una nuova società che avrà sede a Londra. Trattasi, nello specifico, di Ebx – European Broadcaster Exchange, una joint venture per le campagne pubblicitarie europee. L’operazione, fa presente il Gruppo Mediaset con una nota, è soggetta al via libera da parte delle Autorità garanti della concorrenza europee, dopodiché per la joint venture sarà prima formato il sales team, e poi si procederà con l’attivazione della piattaforma congiunta per la video-pubblicità digitale.

La scelta della sede a Londra, inoltre, è stata individuata in base al fatto che nella capitale britannica hanno la base le maggiori agenzie media che sono specializzate proprio nel pianificare le campagne pubblicitarie pan-europee. Con Ebx – European Broadcaster Exchange, Mediaset, ProSiebenSat.1 e TF1 mirano ad intercettare, per le campagne video programmatic, una massa critica rappresentata da oltre 250 milioni di persone, il che significa che la joint venture creata sarà in grado di competere con i colossi del web mondiale.

Mediaset, ProSiebenSat.1 e TF1, tra l’altro, fanno presente che Ebx – European Broadcaster Exchange è una joint venture che nasce come modello aperto, il che significa che la piattaforma è potenzialmente aperta per collaborazioni anche ad altri gruppi del settore media nel Vecchio Continente. E questo anche considerando il fatto che il mercato della pubblicità video programmatica registra un grande dinamismo confermato dal +45% di crescita rilevato nell’ultimo anno nell’Europa occidentale.

Il Ceo di Publitalia Stefano Sala, che è anche uno dei componenti del Consiglio di Amministrazione di Mediaset, nell’annunciare l’accordo con ProSiebenSat.1 e TF1 ha messo in risalto come la joint venture creata rappresenti una ‘risposta concreta all’attuale scenario video digitale’.