Enel, progetto eolico Red Dirt: siglato negli USA accordo tax equity da $ 340 milioni

Reclami bollette energia elettrica e gas, Autorità lancia indagine demoscopica
Reclami bollette energia elettrica e gas, Autorità lancia indagine demoscopica

Per il progetto eolico Red Dirt la società Enel S.p.A. attraverso la Red Dirt Wind Holdings, LLC, che è controllata da Enel Green Power North America, Inc., ha siglato con Mitsubishi UFJ Financial Group (MUFG) e Allianz Renewable Energy Partners of America LLC un accordo di tax equity da $ 340 milioni negli Stati Uniti.

A darne notizia nella giornata di ieri, giovedì 17 agosto del 2017, è stata proprio la società Enel S.p.A. con una nota nel precisare in particolare che l’accordo prevede, a fronte di un corrispettivo pari proprio a 340 milioni di dollari, l’acquisto del 100% dei titoli di Classe B del progetto eolico Red Dirt da parte di Mitsubishi UFJ Financial Group (MUFG) e Allianz Renewable Energy Partners of America LLC, mentre il Gruppo Enel S.p.A. continuerà a mantenere il 100% dei titoli di Classe A di Red Dirt ed il controllo sull’impianto.

Red Dirt è un progetto eolico la cui costruzione è iniziata nello scorso di aprile e che, a fronte di un investimento complessivo pari a circa 420 milioni di dollari americani, entrerà in servizio entro la fine del corrente anno. A regime l’energia elettrica prodotta dall’impianto, pari a 1.200 GWh, sarà quella corrispondente annualmente al fabbisogno di oltre 97 mila famiglie americane a fronte di circa 860 mila tonnellate annue di anidride carbonica (CO2) non immesse in atmosfera.

Nell’ambito di due accordi di lungo termine che sono stati precedentemente stipulati, ed in vigore, l’elettricità generata dal progetto eolico Red Dirt, ed i crediti per l’energia rinnovabile, saranno ceduti alla Grand River Dam Authority per 140 MW, ed a T-Mobile USA, Inc. per 160 MW.