Dati Istat 2017, vendite al dettaglio al palo nel mese di agosto

Dati Istat 2017 commercio al dettaglio, doccia fredda ad ottobre
Dati Istat 2017 commercio al dettaglio, doccia fredda ad ottobre

Nello scorso mese di agosto del 2017 in Italia le vendite al dettaglio hanno fatto registrare un calo rispetto al mese precedente in volume ed anche in valore. In particolare, secondo quanto riferisce l’Istituto Nazionale di Statistica, il calo in volume è stato pari allo 0,4%, mentre la diminuzione in valore è stata dello 0,3%. La discesa delle vendite al dettaglio su base congiunturale ha tra l’altro interessato le vendite di beni alimentari, con un -0,4% in volume ed in valore, e quelle dei beni non alimentari in virtù di una variazione negativa ad agosto, rispetto al mese di luglio del 2017, che è stata dello 0,5% in volume e dello 0,4% in valore sempre in accordo con i dati forniti dall’Istat.

Più incoraggiante è invece il dato sulle vendite al dettaglio nei tre mesi da giugno ad agosto 2017 in quanto, rispetto ai tre mesi precedenti, il quadro è sostanzialmente invariato con un +0,1% in volume e con una contrazione della stessa entità in valore. Il dato trimestrale è frutto del calo dello 0,2% del commercio al dettaglio dei beni non alimentari, in volume ed in valore, e del rialzo delle vendite dei beni alimentari con un +0,8% in volume ed un +0,2% in valore.

Considerando invece l’andamento tendenziale delle vendite al dettaglio, ad agosto 2017, rispetto allo stesso mese del 2016, il dato registra un calo secco dell’1% in volume, e dello 0,5% in valore. E questo perché per le vendite dei prodotti non alimentari c’è stato in calo tendenziale dell’1,8% in volume, e dell’1,5% in valore. Bene invece i prodotti alimentari con un aumento dello 0,8% in valore, ed una variazione nulla in volume.