Conto corrente bancario di base, novità in arrivo con le nuove regole operative

Conto corrente bancario di base, novità in arrivo con le nuove regole operative
Conto corrente bancario di base, novità in arrivo con le nuove regole operative

In banca, o quantomeno presso alcuni istituti di credito, da tempo è possibile aprire in Italia un conto corrente a tariffa agevolata che è rappresentato dal cosiddetto conto base. Trattasi di un prodotto che è disponibile in Italia già dal 2012, ma in molte banche è ancora introvabile in quanto questi istituti, in accordo con quanto mette in evidenza l’Associazione dei Consumatori Altroconsumo, hanno preferito offrire, come prodotti alternativi, altri conti correnti guarda caso più cari.

Ma ora, con il conto base che entrerà a far parte del Testo unico bancario, tutti gli istituti di credito dovranno adeguarsi nel proporre il conto corrente di base che è caratterizzato da un canone omnicomprensivo, corrispondente ad un costo ragionevole, e da un numero di operazioni annue predefinite ed incluse, e dalla gratuità per alcune categorie svantaggiate.

Con il conto corrente bancario di base l’obiettivo è quello di proporre un prodotto che agevoli l’inclusione bancaria, ma Altroconsumo fa presente che per vedere gli istituti nel proporlo bisognerà aspettare il prossimo mese di ottobre. Invece, già dal prossimo mese di giugno del 2017 in Italia i tempi di trasferimento del conto corrente da una banca all’altra dovrebbero essere finalmente certi e rapidi in quanto a favore dei clienti bancari scatteranno gli indennizzi per i ritardi.

In più, grazie alle novità che sono state introdotte con un decreto legislativo che, come sopra evidenziato, sarà però operativo solo tra qualche mese, in materia di conti correnti bancari ci sarà più trasparenza in quanto sarà più semplice scegliere i prodotti più convenienti anche grazie all’uso dei sistemi di comparazione.