Canone Rai 2017, appuntamenti di fine mese per versamenti e dichiarazione di non detenzione

Canone Rai in bolletta, ecco cosa sta succedendo dopo abbuffata mediatica
Canone Rai in bolletta, ecco cosa sta succedendo dopo abbuffata mediatica

Quella del 31 gennaio del 2017, per quel che riguarda il canone Rai, è una data da cerchiare sul calendario. A farlo presente è FiscoOggi, il Quotidiano telematico dell’Agenzia delle Entrate, in quanto in data 31 gennaio del 2017 non solo scadono i termini per pagare la tassa di possesso del televisore con il modello di pagamento unificato F24, ma anche quelli per presentare la dichiarazione di non detenzione della Tv in casa.

Nel ricordare la scadenza, l’Agenzia delle Entrate ha inoltre messo in evidenza due notizie, una buona ed una cattiva, o se si vuole meno buona. La buona notizia è rappresentata dal fatto che il canone Rai negli ultimi tre anni è sceso dai 113,50 euro annui del 2015 ai 90 euro del 2017 passando per i 100 euro annui pagati lo scorso anno. La notizia meno buona è invece rappresentata dal fatto che ancora tanti sbagliano nel compilare la dichiarazione sostitutiva di non detenzione dell’apparecchio.

La dichiarazione sostitutiva di non detenzione, che si può trasmettere via web, a mezzo posta oppure rivolgendosi ad un intermediario abilitato, ha validità annuale. E questo significa che chi ha inviato la dichiarazione nel 2016 dovrà inviarla di nuovo entro il 31 gennaio del 2017 al fine di poter continuare ad essere esonerato dal pagamento della tassa di possesso del televisore.

Nel caso in cui, invece, la dichiarazione di non detenzione venga inviata dopo il 31 gennaio del 2017, lo scenario è il seguente: per gli invii tra l’1 febbrario ed il 30 giugno del 2017, l’esenzione sarà valida per il secondo semestre del 2017, ovverosia per il periodo da luglio a dicembre, ed il canone Rai sarà dovuto per i primi sei mesi del corrente anno. Per invii della dichiarazione ancora successivi, ovverosia tra l’1 luglio ed il 31 gennaio del 2018, l’esonero dal pagamento del canone scatterà per tutto il 2018 e dovrà essere pagato l’intero canone per tutto l’anno 2017.