Cambio euro dollaro, quanto peserà il vertice tra Trump e Xi Jinping ?

Ecco le ultime notizie e le previsioni sul cambio euro dollaro e i condizionamenti dei nuovi stravolgimenti in medio Oriente.

Il cambio euro dollaro sta risentendo, e non poco, delle vicende di politica estera che stanno riguardando la situazione critica in medio oriente, le tensioni tra Usa e Corea e la presa di posizione di Putin che ha fermamente condannato l’attacco missilistico alla Siria. La giornata di venerdi si era chiusa con una brusca correzione nel cambio euro dollaro, con un cedimento di quota 1,0630 fino a sprofondare a 1,0580.

Una struttura tecnica in via di indebolimento che potrebbe anche sfondare il muro dell’1,0560 nel breve termine fino a toccare 1,0530. Anche l’incontro attesissimo tra Donald Trump e il leader cinese, Xi Jinping potrebbe aprire nuovi scenari in merito al deprezzamento del dollaro, che ha già perso abbondantemente rispetto allo Yen dopo le gravi notizie giunte dalla Siria. La moneta verde ha toccato quota 110,62 rispetto alla moneta giapponese dal 100,91 fatto segnare prima dell’uscita della notizia sull’attacco missilistico. Ciò che si teme è l’apertura di un nuovo fronte di guerra contro la Corea del Nord, come già preannunciato dalla Casa Bianca.

Le incertezze provenienti dall’Asia potrebbero mettere in seria difficoltà il mercato dello Yen. Più cauta la posizione della Banca Centrale cinese che ha lasciato lo Yuan assolutamente invariato rispetto al dollaro in attesa di notizie dal vertice tra Usa e Cina. Per quanto concerne il cambio euro dollaro, un segnale di tenuta arriverà solo se ci sarà un ritorno sopra quota 1,070 con sfondamento a quota 1,082 nel breve termine. Una vera e chiara dimostrazione di forza si avrà solo con il superamento di quota 1,0875, ipotesi che al momento appare davvero remota.