Cambio euro dollaro, decisive le prossime mosse della Federal Reserve?

Cambio euro dollaro, decisive le prossime mosse della Federal Reserve
Cambio euro dollaro, decisive le prossime mosse della Federal Reserve

Sembrano esserci oramai pochi dubbi sulla politica monetaria 2017 della Federal Reserve, la Banca centrale americana. Il Presidente della Fed Janet Yellen, in un discorso a Chicago, ha infatti lasciato intendere che i tempi per una revisione al rialzo dei tassi di interesse sono maturi, con la conseguenza che potrebbero esserci a breve ripercussioni sul mercato forex ed in particolare sul cambio euro dollaro.

Cambio euro dollaro, tre rialzi dei tassi di interesse USA nel 2017

Il Presidente della Fed ha inoltre fatto capire che saranno tre i rialzi dei tassi di interesse nel corso del 2017, e con ogni probabilità saranno graduali, ovverosia tutti pari a 25 punti base. Il primo di questi tre rialzi dei fed funds è atteso in data mercoledì 15 marzo del 2017 a conclusione della due giorni del FOMC, il Federal Open Market Committee.

Fed vede livelli ottimali disoccupazione, inflazione verso il target programmato

Janet Yellen, nel giustificare la politica monetaria che la Fed intende adottare, ha spiegato che oramai in America l’occupazione ha raggiunto livelli tali che il tasso di disoccupazione si trova all’interno del livello che la stessa Fed ha stabilito per evitare politiche del costo del denaro accomodanti. E lo stesso dicasi per la dinamica dei prezzi negli States visto che l’inflazione si sta avvicinando al livello del 2% che per la Federal Reserve risulta essere il target programmato.

In caso di aumento del costo del denaro di 25 punti base per il prossimo 15 marzo del 2017, i tassi di interesse di riferimento negli States passeranno dallo 0,50-0,75% allo 0,75%-1% rispetto alla precedente stretta monetaria che risale al mese di dicembre del 2016.