Bolletta luce e gas 2017, ecco come cambiano le tariffe nel terzo trimestre

Reclami bollette energia elettrica e gas, Autorità lancia indagine demoscopica
Reclami bollette energia elettrica e gas, Autorità lancia indagine demoscopica

Brutte notizie per i consumi elettrici delle famiglie italiane per il terzo trimestre del 2017. A partire dall’1 luglio del 2017, infatti, per i clienti di luce e gas in regime di maggior tutela scatteranno a parità di consumi gli aumenti tariffari che sono pari per l’energia elettrica al 2,8%. Boccata d’ossigeno, invece, per il gas le cui tariffe a carico dell’utenza finale, sempre a partire dall’1 luglio del 2017, scendono del 2,9%.

Quelle indicate sono le variazioni tariffarie che sono state stabilite e fissate come al solito con cadenza trimestrale da parte dell’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas ed il Servizio Idrico che, in merito, ha precisato come gli aggiornamenti dei prezzi siano stati in prevalenza influenzati dalla stagionalità dei prezzi nei mercati all’ingrosso per l’approvvigionamento della materia prima.

In altre parole, sull’aumento delle tariffe della luce, e sulla diminuzione di quelle del gas, ad incidere sono stati in prevalenza i fattori stagionali. L’incidenza delle variazioni tariffarie, in accordo con i numeri che sono stati forniti dall’Autorità per l’Energia con una nota, è la seguente: per le bollette della luce l’aumento, per una famiglia-tipo, è di 9 euro annui circa, mentre per il gas il risparmio annuo a parità di consumi si attesta a 40 euro circa.

‘Prosegue lo strano caso che vede aumentare il gas solo nei mesi invernali’. E’ stato questo, tra l’altro, il commento alle revisioni tariffarie dell’Autorità per l’Energia da parte della Federconsumatori che ribadisce la necessità di rendere più agevole l’accesso alle agevolazioni statali, per le famiglie in condizioni di disagio economico, che sono rappresentate dal bonus elettrico e dal bonus gas. Inoltre, l’Associazione dei Consumatori, sul mercato libero dell’energia, lamenta ancora la diffusione di ‘pratiche commerciali scorrette ed abusi nel settore da parte di società che, in questi anni, non sono riuscite a dare vita ad una vera concorrenza’.