Biglietti compagnie aeree low cost con carta di credito, divieto assoluto spese extra

Carte di credito e Bancomat, multe agli esercenti che non accettano moneta elettronica
Carte di credito e Bancomat, multe agli esercenti che non accettano moneta elettronica

Per i pagamenti con la carta di credito, ed in generale per l’utilizzo di un determinato mezzo di pagamento, ai consumatori italiani non possono essere addebitate delle spese extra. Il divieto assoluto in merito decorre dalla data del 13 giugno del 2014 in accordo con quanto recita l’articolo numero 62 del Codice del Consumo.

A ricordarlo è l’AGCM, Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato che, nell’ottica di garantire prezzi online più trasparenti, a tutela dei consumatori, per la prima volta ha applicato l’articolo del Codice del Consumo sopra citato andando a sanzionare proprio gli extra per i pagamenti effettuati via web con carta di credito e per una norma che, tra l’altro, include pure altri mezzi e forme di pagamento come l’acquisto in contrassegno ed il bonifico.

Nell’applicare per la prima volta l’articolo del Codice del Consumo sopra citato, l’Antitrust, citando l’applicazione di un sovrapprezzo sull’utilizzo di uno specifico sistema di pagamento, ha applicato le seguenti sanzioni a due compagnie aeree low cost: 250 mila euro alla Norwegian Air, e 300 mila euro alla società Blue Air.

Nel comunicare le sanzioni che sono state applicate a carico delle due compagnie aeree sopra citate, l’Antitrust con una nota ha precisato che il divieto assoluto di spese extra applicate per i sistemi di pagamento, sul mercato italiano, vale per tutti i settori dell’economia e non solo per quello del trasporto aereo.

Il testo dei provvedimenti a carico della Norwegian Air e della Blue Air è stato pubblicato dall’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato sul sito Internet istituzionale AGCM.it. Inoltre, l’Antitrust ha anche precisato che le due compagnie aeree Norwegian Air e Blue Air, prima della conclusione dei rispettivi procedimenti a carico, e comunque con tempistiche differenziate, hanno messo in atto, al fine di rimuovere le condotte scorrette rilevate, tutte le misure necessarie.